[Video] I 5 elementi fondamentali del primo livello – 3. Ear training

Ear training che passione

Terzo articolo della serie “Basso elettrico I livello”, dedicata a mostrarti il livello minimo di base che devi raggiungere come bassista per poter suonare in un gruppo, evitando di commettere i tipici errori ritmici o armonici del principiante che ti creerebbero problemi con gli altri membri della band.

Qui parliamo di educazione dell’orecchio, una materia molto importante del metodo Bassista Contemporaneo volume 1 e del corso di basso elettrico livello 1 al BassLab di Bologna.

Le materie essenziali del primo livello

Dunque, come bassista di I livello queste sono le materie che devi conoscere:

  1. Teoria musicale
  2. Tecnica su scale, arpeggi e forme
  3. Ear training
  4. Ritmiche
  5. Linee di basso

Questo video è dedicato in particolare al punto 3 delle materie di I livello, ovvero Ear training.

Corso-basso-elettrico-I-livello-ear-training

Ma davvero l’ear training è così importante?

L’Ear training è una materia spesso trascurata. Il bassista tende a preferire la tecnica, lo studio delle linee di basso, in certi casi persino la teoria… a discapito dell’educazione dell’orecchio, che forse tra tutte è quella più importante!

Scopri perché è così importante in questo video, dedicato a come viene studiato questo argomento nel primo anno. Ovviamente le tue conoscenze vengono poi verificate anche all’interno dell’esame di certificazione.

Buona visione!

A cosa serve veramente l’ear training?

Ear training significa appunto educazione dell’orecchio, ovvero la capacità di cantare e di riconoscere ad orecchio ciò che stai suonando (o che sta suonando un altro musicista).

Nel primo livello l’ear training viene affrontato direttamente sul basso. In che modo? In pratica vai a cantare le note che stai contemporaneamente suonando sullo strumento.

  • Quindi NO dettati melodici o solo cantati
  • SI applicazione immediata sullo strumento

Nel primo livello l’ear training si allena sugli argomenti della materia Teoria: scale maggiori, minori naturali, minori melodiche e minori armoniche, sempre e solo per gradi congiunti.

Quello che veramente conta e chi ti permette di ottenere risultati certi è di cantare le scale mentre le stai suonando. Così riesci a creare un contatto diretto tra quello che è il sentire internamente una nota, cioè riuscire ad averla chiaramente in testa per poterla cantare intonata, e la sua identica applicazione sullo strumento.

Il concetto è di SENTIRE i suoni PRIMA ancora che escano sullo strumento. Ovvero arrivare a suonare una nota sapendo già che suono uscirà.

Ma non pensare che servano tantissimi esercizi per arrivare a questi risultati. Bastano pochi esercizi, ma che siano quelli giusti. Ed è esattamente quello che trovi nel corso Bassista Contemporaneo Online  per sviluppare l’orecchio in maniera graduale e molto efficace.

Con oltre 300 video a tua disposizione, hai tutto l’occorrente per praticare capire e sviluppare la tua musicalità sul basso elettrico, eliminando qualsiasi dubbio tecnico, armonico e strumentale.

Scopri come iscriverti al corso cliccando qui: ==> Corso Bassista Contemporaneo Online

Se invece abiti a Bologna e dintorni, richiedi un appuntamento per venire direttamente presso la sede del Basslab e avere tutte le informazioni sui corso: info@basslab.it.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Anti-spam: complete the taskWordPress CAPTCHA